I tricomi o peli delle piante, fanno parte dei tessuti delle piante.

I tricomi peli sono tessuti adulti delle piante, vediamone assieme le diverse tipologie.

I peli si originano dall’epidermide, alcune cellule vegetali dello strato epidermico si allungano verso l’esterno e originano i tricomi. I peli possono essere unicellulari o pluricellulari, possono anche essere costituiti da cellule morte come è il caso dei peli di rivestimento.

I peli si possono differenziare nelle seguenti categorie:

I tricomi peli ghiandolari

Peli ghiandolari, li trovi ad esempio nella famiglia delle Lamiaceae.
I tricomi ghiandolari sono delle strutture che la pianta crea per secernere sostanze, che vengono identificate con il nome generico di metaboliti secondari o metaboliti primari in eccesso.
Un esempio di metabolite primario è il nettare, un esempio di metabolite secondario è l’olio essenziale. Possono essere costituiti sia da una sola cellula che da più cellule. Le cellule dei peli ghiandolari sono vive.

In questi tipi di tricomi, peli, le cellule  racchiudono le sostanze da secernere nella posizione alta (apicale) in uno spazio sotto la cuticola. A seconda della forma che assume il tricoma, al microscopio ottico puoi distinguere il tricoma peltato, capitato (più a spillo).

Gli oli essenziali sono quindi contenuti sotto la cuticola (a volte anche sotto la parete sottostante la cuticola), uno strato così sottile che per semplice sfregamento o anche per azione del calore del sole porta a liberare l’olio essenziale o le altre sostanze secrete.

Nel caso della felce maschio i tricomi si trovano all’interno del parenchima corticale. Si tratta di  parenchima di riserva da dove nascono i peli o tricomi secretori in cui è secreto il principio attivo, la filicina.

I tricomi possono secernere anche nettari, possono essere urticanti (li troviamo in quelle piante che sprigionano sostanze che danno prurito). Si tratta di tessuti adulti definiti secernenti.

Peli di rivestimento

Possono essere formati da uni o pluricellulare. I peli di rivestimento sono invece costituiti da cellule morte. Hanno un aspetto bianco e semitrasparente. La funzione dei peli di rivestimento è soprattutto di protezione dalle diverse condizione climatiche dal freddo, ma anche da radiazioni del sole.

Il pelo papillare si caratterizza per dare quell’aspetto vellutato che spesso troviamo sui petali dei fiori.

I peli urticanti sono – ad esempio – peli di rivestimento caratterizzati dalla loro capacità di rilascio di sostanze urticanti che avviene per la silicizzazione della parete.

Peli radicali una strategia della pianta per assorbire in modo migliore sostanze dal suolo

Il pelo radicale ha un’importante azione di assorbimento per le piante. Ho trattato in modo preciso i peli radicali che si originano dal particolare tessuto della radice definito rizoderma.
Puoi leggere nel dettaglio i peli radicali al post rizoderma esoderma endoderma cosa sono?